Vai al contenuto

Lasca

Il corpo della lasca è molto slanciato, con la testa allungata e il muso prominente. Gli occhi sono piuttosto grandi. La bocca e cartilaginea, anche se è stato scoperto che la consistenza delle labbra non è dovuta a un rivestimento di cartilagine, bensì a uno strato corneo. L'apertura è verso il basso, i denti sono posti in un'unica fila.. La pinna dorsale è opposta alle ventrali mentre quella anale è piuttosto arretrata e divisa in poco più di una decina di raggi. Il corpo è d color argento,però sul dorso ha delle tonalità che tendono più al grigio verdastro; le pinne sono di un giallo pallidissimo, eccetto la dorsale e la caudale che sono verdastre. Il ventre è bianco. Per quanto riguarda le dimensioni, può raggiungere eccezionalmente i 25 cm di lunghezza e il mezzo chilo di peso mentre la media è 15 cm per 50g.

NOME LATINO: Chondrostoma genei (Bonaparte 1832-1841)
FAMIGLIA: Cyprinidae
ORDINE: Cypriniformes
NOMI DIALETTALI: Ferssa, Stria, Streigg (Piem.); Strett, Strigg (Lomb.); Strigio, Strilot, Marcandola (Ven.)

MORFOLOGIA: corpo più affusolato rispetto alla savetta, leggermente compresso lateralmente; bocca inferiore circondata da labbra cornee a ferro di cavallo; colorazione verde grigia sul dorso con fascia scura che scorre sui fianchi, bianca sul ventre.
TAGLIA: 20-25 cm.
DISTRIBUZIONE: Italia settentrionale e raramente nell'Italia centrale.
HABITAT: vive in piccoli banchi nelle acque fluviali a corrente vivace, predilige i fondali sassosi e sabbiosi.
ALIMENTAZIONE: materiale vegetale e invertebrati bentonici.
RIPRODUZIONE: depone tra Marzo e Giugno in acque basse litorali; le uova sono di piccole dimensioni (1-1,5 mm).
VAL. ECONOMICO: scarso.